Marco Fontana
Marco Fontana
La voce delle Circoscrizioni
Circoscrizioni di Torino
04 novembre 2021

Intervista a Daniele Fiorentino: “La dottrina Powell rimarrà come punto di riferimento soprattutto di ciò che non si deve fare”

“Non dispiacerti per me“, raccontò Colin Powell a luglio in un’intervista al noto giornalista Bob Woodward per il Washington Post, che ha avuto il privilegio di intervistarlo per ben cinquanta volte, mentre si avvicinava alla fine della sua vita. “Ho un cancro al mieloma multiplo e ho il morbo di Parkinson. Ma per il resto sto bene. Non dispiacerti per me, per l’amor di Dio! Ho 84 anni. Non ho perso un giorno di vita combattendo queste due malattie. Sono in buona forma“. E poi, raccontando delle sue visite al Centro medico militare nazionale Walter Reed, ha detto: “Devo fare tutti i tipi di esami e sono un ex presidente, quindi non vogliono perdermi, quindi mi fanno venire sempre lì. Ho sostenuto molti esami e ci arrivo da solo. Salgo con la mia Corvette, esco dalla Corvette e vado in ospedale. Vado anche in una clinica per fare gli esami del sangue. Non lo pubblicizzo, ma la maggior parte dei miei amici lo sa“.

In queste battute si evince il carattere forte e schietto di Powell, primo presidente di colore dei capi di stato maggiore e il primo segretario di stato di colore, scomparso lo scorso 18 ottobre per il sopraggiungere del Covid ad un quadro clinico già altamente compromesso. Vogliamo ricordare la sua figura interpellando uno dei più noti conoscitori degli Stati Uniti, Daniele Fiorentino, professore ordinario di Storia degli Stati Uniti d’America all’Università degli Studi Roma Tre, dove attualmente è Direttore del Dipartimento di Scienze Politiche.

Per leggere l'intervista clicca qui sulla Rivista StrumentiPolitici.it

Commenti
Non ci sono commenti a questo post